mercoledì 17 dicembre 2014

Di blog e di bloggers

Penultimo post prima delle festività natalizie. Nell’attesa che il vostro Obsidian Mirror riesca prendersi qualche giorno di riposo, cosa che mi auguro possa capitare anche a voi, è tempo di sparare le ultime cartucce di questo 2014 bloggheresco. Tra pochi giorni saremo tutti in tutt’altre faccende affaccendati e di conseguenza non c’è motivo per non abbassare la serranda di ossidiana su questo angolo di web. Ci attendono grandi abbuffate, qualcuno riceverà magari un regalo dalla propria moglie/marito/amante, stapperemo una bottiglia di spumantino, che quella non ce la toglie neanche la crisi, e cercheremo di essere tutti più buoni. Nel frattempo continuiamo con le nostre solite attività, di lavoro o di studio che siano, cercando di non pensare ai giorni che mancano all’alba. 
Quello che occorre in questo finale di stagione è magari un post più “leggero” rispetto agli standard a cui vi ho abituati. Che ne dite? Va bene se ci dedichiamo solo a parlare del più o del meno come tanti amici al bar? E di cosa parliamo? Lo spunto è quello del famoso post di Nocturnia, uscito solo pochi giorni fa e che tante soddisfazioni ha dato al suo autore (e non solo a lui).
Di cosa si tratta? Dovreste ormai saperlo tutti, ma lo spiego comunque in due parole, a beneficio di quell’eventuale marziano che, appena atterrato, avesse deciso di cominciare il suo studio del genere umano proprio da questo post. Nick Parisi, il curatore di Nocturnia, ha posto la domanda “quali sono stati i blog che avete apprezzato maggiormente nel corso di questo anno che sta per concludersi?”. Nel porre la domanda, e quindi sollecitare un contributo ai suoi lettori (che per la cronaca sono poi accorsi in massa), Nick ha dichiarato in anticipo le sue scelte, nominando i suoi blog preferiti nella categoria “Must” (per i blog indispensabili come l’ossigeno), nella categoria “New Entries” (per le nuove scoperte), nella categoria “Torna caro blogger” (per i blogger che si stanno impigrendo) e nella categoria “Desaparecidos” (per i blog abbandonati dal loro blogger). Lo scopo di tutto ciò, come più volte ha ripetuto il suo ideatore, è quello di conoscere e far conoscere siti nuovi, diffondere i propri pareri in merito, stringere nuove amicizie e rinsaldarne di vecchie.

Sulla scia di Nocturnia anche il blog di Ivano Landi, quello di Patricia Moll, quello di Max Citi e infine quello di Elisa Elena Carollo sono usciti con la loro versione del post che, a quanto pare, si sta rapidamente evolvendo in un… meme. La ragione di questo post non è tanto quella di proseguire sulla stessa linea seguita da altri, bensì quella di fare un recap di tutto ciò che è accaduto sinora, soprattutto perché, scusate se oggi me la tiro un pochino, il blog Osbidian Mirror è stato largamente citato e volevo mantenere traccia, con questo post, di tutte le belle parole che sono state spese nei suoi confronti. Ma cominciamo dall’inizio…

Quelli che forse non tutti sanno è che quel post che avete letto su Nocturnia, quello che ha scatenato tutto il recente ambaradan, non è stato il primo in assoluto. Un post come quello era apparso sul blog di Nick Parisi già nel lontano 2011, il quale fu poi replicato nel 2012 e successivamente nel 2013. E fu proprio a quella vecchia edizione del 2012 che risale la prima menzione di Obsidian Mirror (quando il nome del blog ancora includeva la parola “inside”, poi decaduta). Partiamo quindi proprio da lì.
Il blog “Inside the Obsidian Mirror” veniva nominato nella categoria “Aspetti Misteriosi” e venivano spese le seguenti parole: “Ci sono arrivato quasi per caso. Rispetto al sito precedente [quello di Babol, ndr] l'aspetto è volutamente più dark. Obsidian Mirror si dedica al gotico in tutti i suoi aspetti, nella vita come nell'arte e nella letteratura.
È curioso anche andare a rileggere ciò che risposi quella volta nei commenti, e quali erano i blog che avevo segnalato al tempo (che per la cronaca oggi sono quasi tutti chiusi o abbandonati): Scrissi: “Oddio. Grazie. Grazie 1000 per aver citato il mio blog: una “cosetta” che amministro da circa un anno con scarso, quasi nullo, successo di pubblico. Quello si cui parlo è semplicemente un modo per raccontare qualcosa che ho vissuto e che ho apprezzato. Il mio in buona sostanza è una specie di diario. Non l'ho progettato per nessun altro scopo se non quello di fissare delle emozioni, fintanto che sono ancora vive. Magari parto dallo spunto di un film, scrivo dieci righe di recensione, un accenno alla trama, e poi parto per la tangente e mi metto a parlare di cose che mi sono state ispirate dalle visione di un film o dalla lettura di un libro, ma che con il film o con il libro c'entrano poco o nulla. Chi viene da me cercando una recensione, beh, non è detto che la trovi. Ma di sicuro trova molto di me. Mi chiedi di indicare qualche blog che ritengo interessante condividere con te e con i tuoi lettori? Va bene. Aggiungo però alle regole un’altra regoletta autoimposta: non citerò nessuno dei blog che sono già nella lista di quelli che segui. Questo principalmente per due motivi: 1) non serve al nostro scopo continuare a parlare delle cose che già conosciamo e 2) non rischio di far arrabbiare chi mi legge”. Ecco la mia lista di allora: Oltre il fondo, Ghost Stories & Haunted Places, BH3O81, Dice che a Roma, Murders by Gasslight e Tenebrous Kate. Con poche eccezioni, come vedete, quasi tutti i blog che citai allora risultano oggi chiusi o abbandonati da tempo. Avrò mica portato sfiga io? Non sono sicuro, ma credo che tra di voi ci sia qualcuno che in questo momento sta toccandosi i maroni.

Facciamo un lungo salto temporale e veniamo ai giorni nostri. Nel suo post più recente Nocturnia mi nomina ancora nella categoria “Must” con queste parole: “Un altro blog che meriterebbe di essere conosciuto di più in rete. Obsidian Mirror, detto anche TOM, sceglie di praticare strade poco battute. Voi però provate a leggere i suoi articoli, nel caso non siate amanti dell'horror lui vi farà cambiare idea”. Tra i cento e rotti commenti al post di Nocturnia, The Obsidian Mirror viene citato più volte, e precisamente da: 1) Mikimoz del blog Moz o’clock, che dice “Diciamo che tra le mie scoperte recenti condividiamo Obsidian Mirror che, ti dirò, apprezzo molto in Obsploitation, dato che parla di argomenti come piacciono a me”, 2) Donata del blog Pensiero Spensierato, che dice: “…direi Moz 'o clock sicuramente, e poi Cervello Bacato, Obsidian mirror, Book and negative, Plutonia experiment e ultimo ma non ultimo il Garage dello spirito di Tim”, 3) Manuela del blog Il cinemanu, che scrive “Mi aggrego tra i sostenitori di The obsidian mirror e Moz o'clock” e 4) Camilla del blog Bibliomania, che scrive: “Condividiamo alcune preferenze: TOM (ovvio), Gerundio Presente (adoro lo stile di Gardy) e l'Antro atomico (che ormai è un blog "classico", mi verrebbe da dire).

Qualche giorno dopo il post di Nocturnia, Ivano Landi sul suo blog omonimo ripete l’esperimento e mette Obsidian Mirror tra i suoi Must. Ivano scrive: “In un anno non ho saltato quasi nessuno dei suoi post. La sua semi-blog novel dedicata agli Yellow Mythos è, in particolare, al primo posto tra le cose che non mi perderei mai nella blogosfera. Una menzione speciale va poi al blog gemello Obsploitation, che si occupa del cinema di genere degli anni settanta e dintorni, una passione che io e TOM abbiamo in comune.
Seguono numerosi commenti tra i quali The Obsidian Mirror viene nuovamente citato da: 1) Alessia del blog Sicilianamente, che scrive “Ovviamente Moz, Glò e Michele, Ariano ed Obsidian - di cui oggi scopro il nome - li condivido strettamente con te!”, 2) Glò del blog La nostra libreria che scrive: “TOM di The Obsidian Mirror, che è geniale (che altro si può aggiungere?).
Ancora qualche giorno e l’esperimento si ripete su Drama Queen, il blog di Elisa Elena Carollo, che scrive: The Obsidian Mirror: questo blog mi fa venire i brividi ogni volta... in senso positivo ovviamente! Come poteva una gothic girl come me non appassionarsi alle storie raccontate in queste pagine virtuali? Avventuratevi anche voi tra i misteri dello specchio nero di ossidiana, non ve ne pentirete.

Per farla breve, come avrete capito, questo 2014 finisce nel migliore dei modi per il vostro Obsidian Mirror. Il morale è alle stelle e, trascinato da un entusiasmo mai vissuto prima, si prospetta un 2015 con il piede sempre schiacciato sull’acceleratore. Un 2015 ancora più ricco di idee e iniziative che, naturalmente, non vi rivelerò adesso (per quello dovrete aspettare gennaio con il tradizionale post sui miei “buoni propositi”).
Oggi sono qui solo per dirvi grazie. Grazie per essere passati su questo blog e grazie per esserci ritornati. Grazie a tutti per le belle parole che avete speso e, statene certi, farò il possibile per ricambiare le vostra fiducia e la vostra cortesia.

Rimane una sola cosa da fare: citare nuovamente i blog che ho nominato in un commento al post di Nick. Un copia e incolla (e una piccola elaborazione) mi viene per l’ennesima volta in aiuto. Nella sezione “Must” la mia scelta è ricaduta sui blog di Ivano Landi e di Max Citi, due blog su cui mi precipito immediatamente ad ogni nuova uscita (anche se poi magari non commento sempre) e che meriterebbero una ben più grande platea [in questa sede aggiungo ovviamente tra i must l’incrollabile Nocturnia, ndr]. Non posso naturalmente esimermi di citare Moz, che un giorno mi dovrà spiegare il segreto della sua onnipresenza, e i miei lettori storici Marcella, Romina, Camilla e Salomon (anche se stanno latitando parecchio ultimamente ^__^). Una menzione particolare a Lady Ghost, il cui blog ha scricchiolato sotto le mazzate di questo annus horribilis, ma è sopravvissuto. Da non sottovalutare Cristina, Ariano, Maria, Occhio e mille altri grandi blogger che mi perdonerete se al momento mi sfuggono. Condivido in pieno il giudizio di Nick su Coriolano, un blog di grande spessore che, ahimè, conoscono in pochi (aggiungo che è davvero scandaloso che in oltre 3 anni di vita abbia raccolto così pochi followers). Potrei anche citare milioni di blog di cinema ma sono davvero tanti e citarne uno significherebbe scontentarne troppi. Ma questa volta voglio correre il rischio e vado a citare i simpaticissimi blog di Emidio, Erica, Manuela e Alessandra. A questi lasciatemi vi prego aggiungere Frank Viso e Poor Yorick, due veri “Must” per chi, come me, del solito cinema non si accontenta. Tra le mie new entries non posso non segnalare tre blog che, seppur molto diversi tra di loro, hanno alle spalle persone che ho scoperto essere preparatissime e ricchissime di cose da dire: sto parlando naturalmente di Elisa Elena, Alessia e Glò/Michele. Tra i blog scomparsi, infine, vorrei ricordare “La vita tra alchimia e enigma” di Elisa, nato lo scorso marzo e scomparso misteriosamente nel nulla nel giro di un mese. Una stella cometa che, per un fugace attimo, ha illuminato a giorno la blogosfera… per poi eclissarsi senza una parola. Un peccato. Un peccato davvero.

53 commenti:

  1. Tom, un viaggio nel tempo a velocità della luca. Spiace vedere che i blog chiudono o fanno da meteore, ma il motivo di ciò è sempre da attribuire al blogger.
    Non mi rimangio quel che ho detto di te: non sempre traffico con le cose che tratti, ma Obsploitation mi ha fatto squirtare più di una volta ed è stato fighissimo confrontarmi con te! :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sui motivi per cui i blog chiudono se ne è già parlato molto negli ultimi mesi. Le ragioni sono esclusivamente personali: mancanza di tempo, mancanza di voglia, inversione di priorità... Nell'esempio che ho citato qui sopra mi sorprendeva il caso, decisamente singolare, di un blogger che apre un suo spazio e cambia idea nel giro di un mese. Ma si sa che la vita riserva sempre un sacco di sorprese e spesso ci costringe a fare i conti con l'imponderabile...

      Elimina
  2. Dopo Nick adesso ringrazio te per la considerazione, ma -DEVO!- fare una precisazione.
    Sono dell'idea che se un blogger è poco seguito, (e a scanso di potenziali equivoci specifico che si parla di me), è solo e soltanto per colpa sua.
    Chiusa la doverosa precisazione sulla quale non tornerò, devo ammettere che da parte mia non riprenderò il meme, non mi basterebbe un post per citare tutti i blog che seguo in modo diretto o indiretto a volte senza che i rispettivi proprietari lo sappiano (un fantasma si aggira per la blogsfera...), e che sono molti molti di più di quelli che appaiono nel blogroll, quindi da parte mia un più uno a tutti.
    In fondo è Natale, siamo tutti più buoni...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho mai avuto dubbi sul fatto che il tuo blog rimane, passami il termine, di "nicchia" per scelta ponderata. Qualunque blogger che insegua un riscontro di pubblico dedica molto del suo tempo in attività di PR, commentando a nastro sui blog che ritiene affini o spammando i propri articoli sui social. Non ti vedo quasi mai incagliato nell'una o nell'altra attività, ergo ti va bene così. Massimo rispetto. Io stesso utilizzo solo Google plus per condividere i miei contenuti. Potrei benissimo usare social ancora più potenti e raggiungere una platea più vasta ma non lo faccio perché questo blog non ce lo vedo proprio più grande di così. E già difficile con 100 followers, figuriamoci con 1000. Sarebbe un delirio...

      Elimina
  3. Allora ^^
    Sicuramente finirò per ripetermi, pazienza! La mia avventura nella blogosfera è cominciata poco più di un anno fa, grazie al CapoBlog Michele, senza di lui non avrei mai scritto, commentato, partecipato. Avrei perso moltissimo.
    Non so, mi sembra di avere avuto un grande colpo di fortuna entrando in contatto con alcuni blogger in particolare. Non è questione di rapporti di convenienza, ma di affinità, se non per capacità (le mie sono piuttosto limitate) e argomenti, per passione e sincerità in quello che si propone e nella cura con cui si partecipa. I numeri contano nella misura in cui esprimono gradimento e presenza. Per me è così.
    Il tuo blog è, come ho già detto, "geniale", merito tuo. Ti sei ampiamente meritato ogni singola menzione e complimento.
    Bella la storia che hai appena raccontato, dimostra quanto detto, del resto!

    Io ti ringrazio ancora per l'attenzione rivolta al blog di Michele e mio: è un grande aiuto e un forte incoraggiamento! ^_^
    E comunque, continuerò a intrufolarmi qui, attenzione quindi! XD

    @ Coriolano: non sono poi così convinta che sia del tutto responsabilità tua, e il tuo blog è molto interessante e curato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gloria, il blog che amministri assieme a Michele, ha delle grosse ed evidenti potenzialità. Lo si capisce dai commenti, mai banali, che lasciate in giro sui blog degli altri. In questo momento forse vi sembrerà di non riuscire ad esprimere al meglio il vostro potenziale ma vi assicuro che, di post in post, finirete per evolvervi magari senza nemmeno che ve ne accorgiate. Ho una grande fiducia che ciò accada un giorno forse nemmeno troppo lontano.
      In un certo senso nel vostro blog rivedo il me stesso del 2011, quando avevo appena iniziato e non sapevo ancora muovermi bene. All'inizio guardavo gli altri e cercavo di carpirne i segreti, magari tentando le stesse strade che mi sembravano vincenti, poi ho capito che la chiave era quella di inventarsi un proprio stile, un modo di bloggare che fosse personale e (possibilmente) riconoscibile. Ho sbagliato tante cose ma ne ho fatte, credo, altrettante di buone. La strada è ancora lunga, ma il bello è il percorrerla (arrivare è secondario).

      Elimina
    2. Ti ringrazio nuovamente *__*
      Ed è proprio così come dici:
      "La strada è ancora lunga, ma il bello è il percorrerla (arrivare è secondario)"
      Ciao! ^_^

      Elimina
  4. Uh , grazie per la citazione tra i blog di cinema...sto leggendo tutti i post che hai elencato e mi sto facendo una nuova cultura di blog...ma quanti siamo? Oddio, non ce la faccio a leggere tutto e sai quanto mi dispiace da uno a cento? Diecimila!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Citazione d'obbligo per il mio veterinario di fiducia, colui che ha dedicato un intero post ai miei quattrozampe pelosi! Anche a me spiace un sacco non riuscire a leggere tutto di tutti. Cerco di sfruttare tutti i tempi a mia disposizione per leggere e commentare ma rimane sempre fuori qualcosa o qualcuno... Mannaggia!

      Elimina
  5. Grande fratello! Ti inserisco tra i blog che hanno ripreso il Meme.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Grande fratello" nel senso orwelliano del termine? ^__*

      Elimina
  6. Stasera comunque rispondo con maggiore calma e completezza

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, la calma! Io ho dovuto salire su un treno freccia rossa per aver modo di rispondere a tutti i commenti che vedo arrivare da stamattina...

      Elimina
    2. Ah beh e io non ero messo meglio di te...tutto il giorno in viaggio!
      ;)

      Elimina
    3. Ho iniziato a rispondere ai commenti alla stazione di Firenze e sto finendo adesso che sto entrando in Centrale a Milano. Niente male!

      Elimina
  7. Un sentito grazie per il pensiero, Obsidian! Post interessante e suo modo spiazzante, nel scoprire quanti blog e bloggers nel corso degli anni, ognuno con gli argomenti che più li appassionano, hanno animato la blogosfera, quanti continuano a farlo e quant'altri lo faranno in futuro. Negli ultimi tempi ne ho scovati anch'io di praticamente (in)visti, e parecchio interessanti... E' un mondo che non finiremo mai di scoprire. Un "in bocca al lupo" è doveroso a tutti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per essere passato, caro Frank dalla mitica visione sospesa! Non hai idea dell'ansia che mi hai messo addosso quando, poco tempo fa, avevi messo il blog in "sospensione". Ci si rivede anche su Mubi, che ho scoperto anche grazie a te, e che ormai è diventata una droga pesante.
      Ps: adesso sono curioso di sapere quali nuovi imperdibili blog hai scoperto...

      Elimina
    2. Ah ah..i primi tempi su Mubi sei a rischio overdose di stelline, è vero :)
      Uno dei blog l'ho scovato proprio dalla tua blogroll: Odorama exploitation movies, c'è una selezione di chicche weird veramente succosa. Un altro invece è "Fredde luci parlano", anche lì cinema parecchio sconosciuto ma d'autore, molti cortometraggi, anche sperimentali. La cosa interessante, è che con la recensione rilasciano direttamente i sottotitoli, e tutti in italiano!

      Elimina
    3. In effetti, i blogroll degli altri andrebbero osservati meglio... ho appena visto "Fredde Luci Parlano" nel tuo blogroll e ci passerò un po' di tempo nel weekend. Grazie della dritta.

      Elimina
  8. La blogosfera, come il web in generale, tende a essere assai volatile, in tre anni tante cose possono cambiare: magari un blog che segui all'improvviso scompare, uno che si apre e pare interessante dopo pochi mesi chiude i battenti, ne apre un altro che all'inizio sembra banale e poi invece diventa interessante...
    Le segnalazioni sono sempre utili per scoprire nuove frontiere di questo volatile mondo ;-)
    Grazie per la citazione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La blogosfera, ahimè, è davvero un luogo volatile. Anche troppo volatile. Spesso scoprire nuovi blog non basta a compensare il dolore per un blog che se na va, specie se questi erano ormai divenuti una parte importante delle tua vita di lettore. Spero che tra altri tre anni avremo ancora tutti voglia di scrivere e di leggere in questa forma. Non posso pensare che un giorno finiremo tutti per adeguarci a Tumblr e a tutte quelle preoccupanti forme di micro blogging...

      Elimina
  9. Certo che hai un modo tutto tuo di tramutare una lista in un articolo chilometrico! ;)
    Grazie per la citazione e auguri in anticipo, anche se mi sembra di aver capito che questo sia il penultimo post.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chilometrico? Ho scritto roba ben più chilometrica, come sai. Credo piuttosto che dovrei modificare una parte del post qui sopra, visto che sei tornato a lasciarmi un paio di commenti negli ultimi giorni ^__^.
      Per gli auguri c'è tempo ancora un altro post. Te le ricambio anticipati già da oggi, ma torneremo di sicuro a farceli settimana prossima!

      Elimina
  10. Grazie per avermi flashato in giallo per ben tre volte ^_^
    Io quel che dovevo dire l'ho detto nel post citato, ma mi unisco a bradipo nel dispiacere di non poter seguire tutti i blog che vorrei - non disponendo io della ricetta mozziana che a quanto pare è più segreta della ricetta della Coca Cola (secondo me la storia del patto con Satana è solo un depistaggio ^^).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei (sei sei) sicuro che sia solo un depistaggio? ;)

      Moz-

      Elimina
    2. Tre volte? Davvero? Decisamente troppe! Te ne tolgo subito un paio ...^_^... A proposito di Moz... È ormai ufficialmente il blogger più citato della categoria. Forse dovremmo fare qualcosa per tarpargli le ali...

      Elimina
    3. Io ci sto! Regaliamogli l' opera omnia di Emilio Fede così si deprime e non blogga più!

      Elimina
    4. Esiste un'opera omnia di Emilio Fede?

      Elimina
    5. Potremmo farla scrivere a Moz^^

      Elimina
    6. Ahah, mica è colpa mia se voi stessi mi leggete e sostenete!!! :)

      Moz-

      Elimina
    7. Mi sa che dobbiamo passare al piano B....

      Elimina
    8. Cioè smettere di leggermi?? :)

      Moz-

      Elimina
    9. No. Regalarti l' opera omnia di Fabio Volo.
      In versione audiocassetta recitata da Bruno Vespa.^^

      Elimina
    10. Mi volete proprio male.
      Ricorrerò a Satana anche per togliermi da questa situazione :p

      Moz-

      Elimina
    11. Non c'è niente da fare, Nick. Vince sempre lui!

      Elimina
    12. Non penso proprio.....sul libro di Enoch ho trovato un esorcismo in antico aramaico. Nemmeno Miki potrà niente contro i Naphidim e gli antichi Eggregori.
      Miki Moz???
      Tiè tiè ! XD XD XD

      Elimina
    13. Io sono il Re di questo Mondo, mio è il potere su tutti gli spiriti che vi dimorano. Dell'aria, dell'acqua, del fuoco, della terra. Astaroth è il mio nome.
      6 6 6

      Tié :p

      Moz-

      Elimina
    14. E in sottofondo: Say Say Say di Michael Jackson ^^

      Elimina
  11. Le storie dei blog sono sempre interessanti perché sono delle affermazioni di volontà e di tenacia da parte di chi li ha creati e li cura, sono dei progetti a tempo indeterminato in cui possono fluire moltissime cose nuove, è una sorta di materia informe e malleabile che pian piano si trasforma e vive non solo di chi la lavora ma anche di chi la guarda e vi partecipa!

    Sono interessanti e particolari! :D
    Grazie per avermi citata qui Obsidian e grazie ancora di più per il tuo apprezzamento nei miei confronti e per i bellissimi scambi fra commenti che regali!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo blog non sarebbe nulla senza di voi che passate così spesso a trovarmi e ad offrirmi la possibilità di scambiare opinioni ed emozioni. Grazie a te per far parte di tutto questo. Grazie a tutti indistintamente!

      Elimina
  12. Ti ringrazio per la citazione! E sappiatelo tutti: non sono una che fa complimenti a caso. Se vi faccio un complimento, vuol dire che sono dannatamente sincera.
    Al momento ho poco tempo per scorrazzare in giro per la blogosfera, ma durante le vacanze di Natale darò un'occhiata ai blog che consigli.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per le belle parole! La mia citazione era doverosa...Oltretutto ti scopro anche una grande fan di Big Bang Theory... ^_^
      Durante la sosta natalizia proverò anch'io a recuperare un po' di post che mi sono perso qua e là... crossing fingers, naturalmente...

      Elimina
  13. Grazie per la citazione - ovviamente vista in ritardo. Quando alla fama e alla notorietà (non parliamo di denaro), mi rendo conto che dovrei darmi più da fare, ma... non me la sento, non mi va, non credo che... Forse semplicemente, come un monaco o un cantastorie, sto bene anche con un pubblico non ampio ma partecipe.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La vediamo allo stesso modo. Pochi ma buoni!

      Elimina
  14. Grazie! Ecco qua la latitante, pronta alla'appello ;) Complimenti per il traguardo raggiunto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bentornata Kokoro! Sapessi quanto mi sei mancata!

      Elimina
    2. Kokoro?! Sai che stavo pensando di ridare questo titolo al Blog? Indecisa...senza pace...altalenante? mah!

      Elimina
    3. Qualunque cosa tu decida, tu e il tuo blog rimarrete sempre Kokoro per me! ^_^

      Elimina
  15. Grazie infinite per la menzione! Io mi devo cospargere idealmente il capo di cenere e fare mea culpa per averti - e avervi - un po' abbandonato...ma come giustamente hai scritto "il mio blog ha scricchiolato sotto le mazzate di quest'annus horribilis"...e io con lui. Ma per fortuna sono qui adesso, a commentarti di nuovo...e un po' alla volta riprenderò a leggere e commentare, sono rimasta parecchio indietro... ma mi ripiglierò, promesso!
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un po' di latitanza non significa abbandono. Ci sono certi blog qua intorno (e il tuo è uno di questi) che fanno un po' parte della storia, e quindi del DNA, di Obsidian Mirror. Magari capita di saltare qualche passaggio, ma non verranno mai messi da parte.

      Elimina
  16. Arrivo un po' in ritardo, spero mi perdonerai :) Volevo ringraziarti per la citazione e farti sapere che qui si lavora per tornare più costanti, ora che gli impegni maggiori sono passati .D
    Di nuovo buone feste!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perdonarti di cosa? ^_^ Anch'io sto latitando mica male in questi ultimi giorni....

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...