martedì 4 ottobre 2016

Above your head lays a...

Che strana sensazione è quella di riprendere a ottobre il filo del discorso che avevo lasciato interrotto prima dell'estate. Il lungo speciale appena terminato, che ha interamente occupato il mese di settembre, è stato in un certo senso un prolungamento della lieta stagione di "fancazzismo blogghesco" (visto che tutti i contenuti erano stati preparati con buon anticipo) e temo che non sarà così facile riprendere gli abituali ritmi di programmazione. Dovrò trovare comunque il modo di uscire dal dolce torpore in cui mi sono immerso, anche se non so ancora in che modo. L'arrivo dell'autunno non mi sarà certo d'aiuto, considerato che noi plantigradi amiamo il letargo e che la prospettiva del grande freddo mi azzera letteralmente la riserva di energie. Il post che mi accingo a scrivere oggi, che lascia forse un po' trasparire una sensazione di scazzo, mi serve per dare una prima fiammata alla caldaia, sperando che poi tenga autonomamente per tutta la durata dell'inverno.
Qualcosa è cambiato nel blog, come avrete senz'altro notato: è cambiata la grafica là in cima, il cosiddetto header è ora nuovo di zecca e, credeteci o no, ci ho lavorato sopra per ore nelle scorse settimane. Lo avrei fatto comunque, visto che erano almeno tre anni che non rinfrescavo le pareti del blog. Il motivo che mi ha spinto a farlo proprio adesso è stato l'aver notato che il vecchio header era stato saccheggiato da ignoti e utilizzato altrove (ve ne avevo già accennato a fine agosto, come certo ricorderete). Non potendo far nulla se non masticare amaro, ho deciso di recidere rapidamente e definitivamente ogni collegamento con la vecchia grafica e voltare pagina.
Il sottotitolo, che pare il titolo di un racconto di Lovecraft, l'ho messo lì proprio a sottolineare il fatto che di Obsidian Mirror ce n'è uno solo, e che confonderlo con altri è pura utopia. Certo, direte voi, come sottotitolo lascia un po' a desiderare. Ammetto e prometto che non sarà per sempre. Mi occorre soltanto un'idea migliore.
L'altra novità è un piccolo ammorbidimento nei contrasti: lo sfondo nero è diventato grigio e le colonne laterali si sono uniformate al corpo centrale. Ero quasi tentato a passare ad una colorazione "light" ma la preview di blogger mi ha convinto a desistere rapidamente da tale folle tentazione. Non c'è niente da fare. Non riesco proprio ad immaginarmi questo blog dipinto di colori tenui. Sarà forse per via del fatto che le tinte scure sono una parte dalla quale non riesco e non voglio separarmi. Sono colori malinconici quelli che fanno da sfondo al mio essere e il blog, che in parte ne è l'espressione, non può in nessun modo esserne esente. E poi l'ossidiana di cui si parla nel titolo è nera. Basterebbe questo come motivo. Insomma, così è. Non pretendo che il risultato finale possa entusiasmare tutti, ma almeno un pochino piacere spero proprio di sì.
Non nego che si era fatta largo in un remoto angolo del mio cervello l'ipotesi di una rivoluzione ancora più drastica, sulla falsariga di quanto ho visto fare di recente sul blog di un'amica. Ci ho anche provato, ma dopo qualche ora persa cercando di personalizzare l'impersonabilizzabile, ho deciso di lasciar perdere, rimandando magari ad altro momento il fatidico passo.
Ora che il contenitore è pronto non resta che riempirlo di contenuti, ma su questo particolare tutt'altro che secondario, non starò qui ad annoiarvi. Come dicono gli inglesi... Leave me with the problem! E poi di buoni propositi ne ho già espressi tanti (e disattesi altrettanti) che non è il caso insistere oltre.
Non mi resta che una cosa: come ultimamente sono solito fare, in giornate come questa dove si non si ha molto da dire, vi lascio con una delle mie tipiche proposte musicali. La qualità del video non è un granché, ma di ciò non posso che biasimare me stesso, visto che l'ho ripreso con le mie tremolanti manone...


28 commenti:

  1. Il restyling del blog ha la mia approvazione: lo sfondo grigio mi rende meno difficile la lettura (purtroppo la mia vista non è più quella di una volta, ormai mi approssimo al mezzo secolo ahimé).
    Mi spiace per l'episodio del banner, certa gente ha davvero la faccia come il... (ci siamo capiti). Ma direi che il nuovo banner è ottimo, hai cesellato bene l'ossidiana ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti capisco, anche la mia vista non è più quella di un’aquila. Non lo è mai stata in verità, ma negli ultimi anni il peso dell’età inizia a farsi sentire.

      Elimina
  2. Non sapevo t'avessero arrubbato l'header. Questo comunque è molto bello. Anche i colori più tenui ;)

    CervelloBacato

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Proprio così: un/a tizio/a su Facebook ha pensato bene di usare sia il mio nome che il mio logo per scopi, tra l’altro, piuttosto discutibili. Ero certo che i colori più tenui li avresti graditi: fosti tu mi pare uno di quelli che mi aveva segnalato l’illeggibilità del nero molto tempo fa, no?

      Elimina
    2. La ggente su FB è proprio figlia di sultana!

      Elimina
    3. Non solo quella, credimi.

      Elimina
  3. Bel restyle e aspetto il Risveglio dal Letargo per vedere cosa proporrai per scaldarci l'autunno ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aspetto di vederlo anch'io, perché non lo so ancora...

      Elimina
  4. Approvo la nuova grafica, certo che comprendo come il furto dell'header dia fastidio. Mi fa ancora più arrabbiare il fatto che FB se ne lavi le mani di cose come queste....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, alla fine Facebook c’entra ben poco e, dal loro punto di vista, devono agire secondo la legge. Non è così facile. Bisognerebbe innanzitutto dimostrare di essere il depositario del contenuto originale (cosa praticamente impossibile) e mettere in campo qualcuno che difendi i tuoi interessi dal punto di vista legale, il che equivale a spenderci dei soldi (magari parecchi e per un tempo indefinito) senza tuttavia la certezza di ottenere qualcosa. Qui alla fine non c’è nessun copyright da difendere e la licenza Creative Commons, sotto questo aspetto, ha lo stesso valore di un fazzoletto di carta smoccolato. Domattina chiunque potrebbe passa di qui, copiare tutto quello che c’è da copiare e tanti saluti. Hai voglia poi a incazzarti…

      Elimina
  5. Io direi che l'autore del furto si merita un premio visto che ti ha spinto a fare questo restyling che trovo davvero molto bello e elegante. Anche la lettura dei post così è meno faticosa, ma di questo se ti ricordi ne avevamo già parlato a suo tempo.
    Il "blog dell'amica" è quello di Maria Cristina?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il grigio in effetti mi sta già piacendo. Spero tu non dei copyright da tirare fuori, visto che mi pare quasi la stessa tonalità di grigio del tuo blog. ^_^
      Il blog è proprio quello di Cristina. Non l'avevo linkato? Ma sì che l'avevo linkato....

      Elimina
    2. Sì, vero, avevi linkato il blog di Cristina, ma non ci avevo fatto caso.
      Il mio grigio di sfondo è leggermente più scuro. E' un #333 mentre il tuo dovrebbe essere un #666.

      Elimina
    3. Niente numero della bestia questa volta: il mio è un semplice #444. :D

      Elimina
  6. Ottimo restyling! I miei occhi ti ringraziano taaanto per aver sostituito il nero d'inferno con questo grigio uggioso molto meno affaticante :)
    Sul furto dell'header non ho granché da dire, se non completare la frase di Ariano Geta: certa gente ha veramente la faccia PEGGIO del culo!
    Un abbraccio e a presto! Orlando

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I tuoi occhi su questo blog sono sempre bene accetti! Il sapere di non essere causa di traumi oculistici mi trasmette sollievi. Ricambio l'abbraccio e a prestissimo! Beh, magari prima goditi la tua licenza matrimoniale, tanto TOM non scappa mica.... ^_^

      Elimina
  7. sergio l. duma9 ottobre 2016 12:19

    Complimenti per il restyling, sebbene sia nato sulla spinta di circostanze sfavorevoli... aspetto di leggere i prossimi articoli! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh già, a volte sono proprio le circostanze sfavorevoli a farci svoltare dalla parte giusta...

      Elimina
  8. Oh, che sorpresa! :-) Mi sono fatta un giro dalle tue parti complice un po' di tempo libero e vedo dei grandi cambiamenti. Lo sfondo grigio mi piace proprio tanto, per i motivi che dicevano altri commentatori sopra: ci si affatica meno la vista. Purtroppo ci sono molti blog che hanno ottimi contenuti su uno sfondo nero come la pece, ma li visito a piccole dosi perché dopo un po' non riesco più a leggere nemmeno ingrandendo il carattere al massimo. Hai fatto un bel lavoro anche sul resto, so benissimo che non è facile operare i cambiamenti che si vuole. Nel frattempo sono riuscita a riacciuffare il ragazzo quasi webmaster che era scomparso nel mese di agosto, e ho fatto fare dei miglioramenti; ma alcune cose non è riuscito nemmeno lui a metterle. Tuttavia va benissimo così. L'unica cosa nel mio blog che ancora mi disturba è che non posso attivare i titoli dei nuovi post dei blog che seguo: cioè, se li attivo mi viene il footer centrale lungo un chilometro e il mio senso estetico si indispone parecchio.

    Che tristezza il banner rubato... del resto ci sono scrittori che si appropriano di intere pagine altrui senza batter ciglio. E che sorpresa doppia avermi citato! Spero che il plantigrado rimanga fuori dalla sua tana per altri giretti nella foresta, a questo punto. ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sembra proprio che questo mio passaggio al grigio finirà per mandare in rovina ottici e oculisti... ehehehe
      Sulla questione del nuovo layout che stai utilizzando, credo che per uno che ci capisce di HTML sia molto più semplice fare un lavoro dall'inizio alla fine piuttosto che mettere le mani su cose fatte da altri e cercare di adattarle. A me per esempio mi ha bloccato il non riuscire ad interrompere il testo nel punto che mi piaceva a me. (Hai presente, no? L'interruzione in corrispondenza delle due parole magiche "read more").
      L'orsetto nero (ehm.. grigio) ha già il primo colpo in canna. Stay tuned!

      Elimina
    2. Penso anch'io che sia più semplice partire da zero che non entrare in un lavoro altrui. Succede così in qualsiasi tipo di lavoro, e non credo sia diverso nella programmazione html.

      Per quanto riguarda il blocco sul punto nel "read more", anch'io ho avuto lo stesso problema. Ho letto che blogspot taglia d'ufficio quando il post è troppo lungo oppure pesante per via delle immagini per privilegiare la velocità di caricamento, nonostante il fatto di indicare un numero preciso di post. Ad esempio io ho messo dieci post per avere una colonna di destra lunga e inserire altre cose, ma non c'è stato niente da fare. Yuri (il ragazzo di cui ti parlavo) mi ha detto che probabilmente è la home page nella sua interezza a raggiungere un certo peso, e che secondo lui potrebbe dipendere anche dalle fotine dei Google followers, dei commentatori ecc. (le immagini scorrevoli no perché derivano da link esterni) che mi spiacerebbe togliere. Fatto sta che al momento quindi mi sono limitata al minimo sindacale.

      Aspetto allora il ritorno dell'orsetto a campiture di grigio! Buona giornata.

      Elimina
    3. Non sono sicuro che blogger c'entri qualcosa con il "read more". Questo modello che vedi mi permette infatti di fare ciò che voglio mentre quello che stavo testando mi tagliava il post dopo sei o sette righe. Ad ogni modo ci ripenserò più avanti (molto più avanti).

      Elimina
  9. Mi piace molto questa nuova veste del blog, ha qualcosa che la rende molto elegante e i colori sono perfetti per i contenuti che proponi.
    Non farti vedere troppo in giro, però, che gli emulatori sono sempre in agguato! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi faccio già vedere in poco in giro. Se riduco ancora è finita. ^_^

      Elimina
  10. Non avevo proprio visto questo post, com'è possibile? :/
    Comunque complimenti per il nuovo header, mi piace molto!
    E hai finalmente accontentato anche tu gli haters dello sfondo nero... Però tu hai tutte le scuse per mantenere questi colori, dato che tratti tematiche "oscure". Io ho dovuto cedere perché, per quanto mi piaccia il nero, con il teatro non ci azzecca molto (se non per il "buio in sala" ma era un collegamento abbastanza debole). Insomma, sono stata sacrificata sull'altare della leggibilità ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dal nero al grigio scuro non è stato poi una gran sacrificio. Se avessi saputo che bastava così poco l'avrei fatto prima... ^_^

      Elimina
  11. Eccomi finalmente! XD Il risultato è fantastico: i miei occhi ti leggono con gioia, mentre io lo facevo anche prima del restyling XD
    Sulla questione del banner utilizzato da simpatica persona in Fb, già abbiamo parlato e dunque non aggiungo altre considerazioni.
    L'header a me piace parecchio *__* l'insieme è chic e mantiene l'anima tua e del blog d'ossidiana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A questo punto inizio a chiedermi perché mai non ci avessi pensato
      prima a questo cambiamento. Il nuovo header piace anche a me ogni giorno di più. Sto quasi pensando di stamparlo su una t-shirt... ^_^

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...